Laura Marchetti

vive a Bari. Per anni ha insegnato all’Università di Foggia Didattica delle culture e ora insegna Antropologia e Pedagogia interculturale all’Università di Reggio Calabria.  Molte le partecipazioni a Convegni e molte le sue pubblicazioni nazionali e internazionali (fra le ultime: Sulla Tradizione orale; Matria; Samar. La luce azzurra del Mediterraneo; Educare alla bellezza).

Ecopacifista, è stata Coordinatrice nazionale dei” Verdi contro la Guerra” al tempo della ingerenza armata in  Kossovo. Si è legata al Ponte di Taranto il giorno che le navi italiane partivano per il Golfo Persico. Durante la distruzione dell’Iraq ha organizzato numerose  manifestazioni di “Donne in nero”. Ha contribuito ad organizzare tre marce della pace Gravina-Altamura, contro la militarizzazione della Murgia.

Nel 1994 è stata nominata da Romano Prodi fra i sette saggi incaricati di scrivere il programma nazionale dell’Ulivo. Nel 2006, nel secondo governo Prodi, è stata Sottosegretario all’Ambiente, dopo aver ricoperto la carica di Assessore provinciale all’Ambiente e di Assessore comunale alla cultura. Nel 2003 è stata rappresentante, per il Forum ambientalista, al Controvertice mondiale di Johannesburg. Attualmente fa parte del Collegio degli Esperti della regione Puglia dove si è occupata della Legge sulla bellezza e del riconoscimento UNESCO della fiaba popolare

Odia i muri, ama i fari e il mare.   

 

materiali