Raniero Luigi La Valle

giornalista e scrittore, ha diretto Il Popolo e L’Avvenire d’Italia, quotidiano divenuto celebre, negli anni Sessanta, per le sue cronache del Concilio Vaticano II, da cui sono poi stati tratti i tre volumi: Coraggio del Concilio (Morcelliana 1964), Fedeltà del Concilio (Morcelliana 1965), Il Concilio nelle nostre mani (Morcelliana 1966). Ha prodotto documentari e inchieste sul Vietnam, sulla Cambogia, sulla Palestina e sull’America latina, oltre che sui dialoghi tra le religioni e sulla marcia dei pacifisti a Sarajevo. È stato senatore della Repubblica e, in qualità di parlamentare, è stato tra gli artefici della riforma della Legge sull’obiezione di coscienza. Ha diretto per 15 anni la rivista Bozze. È stato giudice del Tribunale permanente dei popoli. Ha fondato e diretto la Scuola di ricerca e critica delle antropologie “VASTI, che cos’è umano”. Ha pubblicato tra l’altro: Dalla parte di Abele (Mondadori 1971), Fuori dal campo (Mondadori 1978), Prima che l’amore finisca (Ponte alle Grazie 2003), Se questo è un Dio (Ponte alle Grazie 2008), Paradiso e libertà. L’uomo, quel Dio peccatore (Ponte alle Grazie 2010), Quel nostro Novecento. Costituzione, Concilio, Sessantotto: le tre rivoluzioni interrotte (Ponte alle Grazie 2011), Un Concilio per credere (EMI 2013), Chi sono io, Francesco? Cronache di cose mai viste (Ponte alle Grazie 2015), Cronache ottomane di Renato La Valle. Come l’Occidente ha costruito il proprio nemico  (Bordeaux 2016), Lettere in bottiglia. Ai nuovi nati questo vostro Duemila (Gabrielli 2019), Ora si può (Giappichelli 2021), No, non è la fine. Se il mondo ci sfugge di mano (EDB 2021), Gaza delle genti. Israele contro Israele (Bordeaux 2024). Con Linda Bimbi, Marianella e i suoi fratelli, una storia latinoamericana (Feltrinelli 1983). 

materiali