Angelica Gatti

Ho 35 anni e sono di Massa, Toscana. Ho due bambine piccole. 

L’impegno politico mi accompagna da tutta la vita, dalla rappresentanza d’istituto al Liceo e poi a Roma nel sindacato studentesco (Rete degli Studenti) come Responsabile Organizzazione.  Ho militato in SEL e mi sono impegnata in diverse esperienze civiche nella mia città e regione.

Con lo scoppio della guerra in Ucraina, nel cuore dell’Europa, ho sentito l’urgenza di impegnarmi in una azione per la Pace: con l’Associazione politica nazionale il Coraggio della Pace Disarma, abbiamo realizzato molteplici iniziative di approfondimento e di impegno in tutto il Paese. I nostri sforzi si sono moltiplicati per denunciare ciò che sta succedendo nella striscia di Gaza, per chiedere l’immediato CESSATE IL FUOCO. Dalla sorte del popolo palestinese passa il futuro dell’umanità. 

La pace deve essere oggi il centro del progetto politico, della lettura del mondo in cui viviamo. Mi candido nella lista PACE TERRA DIGNITA’ credendo fermamente che la Pace sia l’unica via e tutto, dal clima al lavoro, dalla sanità alla scuola, la violenza di genere e il dramma dei migranti, vada pensato come alternativa al sistema di guerra nel quale stiamo scivolando. L’Europa deve cambiare rotta e può farlo, mettendo la Pace al centro.

Dalla paura della guerra che ci paralizza e ci fa distogliere lo sguardo si può uscire con il coraggio della pace, perché solo insieme non abbiamo paura.

 

BREVE BIOGRAFIA 

Dopo la laurea triennale a Pisa ho proseguito gli studi all’Università di Bologna con il corso  magistrale di Economia e Diritto, con una tesi sul lavoro nell’economia digitale, partecipando e scrivendo sugli scioperi dei rider del food delivery. Durante il praticantato come consulente del lavoro ho portato avanti la specializzazione con un Master alla Sapienza di Roma in Diritto del Lavoro, riflettendo sulle implicazioni dello smart working nella qualità della vita dei lavoratori, specialmente delle donne. 

Da diversi anni sono redattrice del capitolo “istruzione e mobilità sociale” nel Rapporto annuale sullo stato dei diritti in Italia (associazione A Buon Diritto)

 

Ho avuto molteplici esperienza lavorative, fin dagli anni delle scuole superiori ho aiutato  nell’attività di famiglia, un centro estetico; negli anni dell’università ho lavorato in studi di commercialisti e  di consulenza fiscale e come “inventarista” nei supermercati. Ho lavorato in uno studio di consulenza del lavoro. Da poco ho conseguito una specializzazione nella revisione delle società cooperative e mi appresto ad iniziare questa attività. Ho superato il concorso e oggi sono docente nelle scuole superiori dove insegno economia aziendale e svolgo attività di sostegno. 

 

materiali